tutte le immagini dei quadri, delle sculture ed i testi tratti dai libri dell’artista sono © di Max Loy


..."Il raggio verde è una luce visibile per brevi secondi nelle chiare serate estive, subito dopo il tramonto del sole.

In metafora è qualcos’altro di più significante, una luce interiore che va cercata lì dove ha dimora: nel silenzio.



raccolta di immagini, testi e pensieri di Max Loy ...

e di quant'altro attinente alla sua arte

..........................Informazioni personali......................... M A X . L O Y

La mia foto
Studio: via Abbi Pazienza 14 – C.A.P. 51100 Pistoia cell. 3389200157 mail - info@maxloy.com

In these paintings of mine there are two different elements: colour and shape, casualty and organization, intuition and recognition. Two different types of music combining melody and a countermelody evoking the marvel of a stereophonic listening.


ACCOMODATI, SEI IL BENVENUTO !

****************************************

****************************************

Introduzione alla Sua arte

Esposizione virtuale delle opere di Max Loy.

“E’ così: ogni azione e ancor più manifestamente quelle dettate dal sentimento, affondano le radici in una regione misteriosa dalla quale ogni gesto assume un significato trascendente che è caratteristico della figura dell’uomo: egli trascende se stesso, così le sue azioni sono allegorie, immanenza e trascendenza insieme.

Questo è un mistero grande, l’unico.”

data inizio blog: 8 ottobre 2009


per gli inserti redazionali consultare

le PAGINE ALLEGATE


http://maxloy-itaca.blogspot.com/p/auguri-dalla-redazione.html


http://issuu.com/maxloy1950/docs/inseguendo_il_raggio_verde_libro

Video in primo piano

IL TEMPO - Max Loy - ************************************************************************************* Il tempo è indifferente e costante, scorre sempre allo stesso modo; secondo dopo secondo, così come scendono i granellini della clessidra. Il tempo è lieve, non ha materia e non si sente .... ma c’è!

martedì 3 settembre 2013

Recensioni da repertorio: 2009 Le esposizioni virtuali

Max Loy, artista pistoiese, autodidatta, ha sempre dipinto guidato da una ricerca di libertà espressiva. Il suo percorso, in continua evoluzione, è iniziato con una ricerca mirata all’uso di colore e materia nella pittura figurativa.
I giochi di colore e di luce sono stati protagonisti anche della successiva ricerca nel campo della pittura informale e della pittura figurativa nata dallo studio di classici. 

Da quest’ultima è nato l’amore per una pittura figurativa nella quale l’attenzione al particolare dominava, cogliendo soprattutto la figura femminile in realtà e in atmosfere rese uniche dai toni caldi e sfumati del colore. Parallelamente a questo percorso di ricerca, Max Loy ha sperimentato il ritratto, la scultura e la realizzazione di opere di arredamento. 

Ha inoltre ricercato una dimensione espressiva anche nella scrittura, nel 1981 ha pubblicato il romanzo “Il viaggio”, creando un parallelo di contenuti tra la pittura e la scrittura. La continua ricerca in campo pittorico ha portato l’artista all’attuale dimensione che egli stesso definisce pittura trascendente.

Per Max Loy l’arte è armonia. Con la propria pittura vuole superare i limiti della realtà e, superando la forma, vuole creare armonia attraverso il puro colore concepito come “mezzo” per esprimere emozioni: il colore è luce, è magia, è la realtà attraverso la quale poter esprimere emozioni senza limiti. La pittura attuale di Max Loy è un’indagine dell’essenza della vita, un percorso teso alla scoperta della natura dell’uomo.
 
L’artista attualmente ha numerose mostre permanenti sia a Pistoia sia in varie altre città ed è presente su You tube. A Pistoia ha opere in mostre permanenti allestite all’hotel Villa Cappugi, Villa de’ fiori, Villa Paradiso (Pontepetri), Armando caffè, Artè, Soqquadro.
A Firenze le sue opere sono esposte alla galleria Spagnoli e il ristorante Rossini, in quest’ultimo le opere esposte sono di proprietà del ristorante. Le altre mostre sono allestite alla galleria Gherardi 30 a Senigallia, hotel Costa dei fiori a S. Margherita di Pula (esposizione solo estiva), ristorante Cavalieri a Casale Marittimo, Studio Conestabo a Trieste, galleria Le Muse a Reggio Calabria, hotel S. Martino a Ripabella, Studio C a Piacenza, Studio Kan a Parma.

 

Esposizioni virtuali possono essere visitate sul sito www.maxloy.com come su http://www.youtube.com/profile?user=maxloy1950&wiew=videos. Su Youtube sono proposti undici video che costituiscono nel loro insieme una presentazione dell’arte di Max Loy e dei contenuti di questa. Le undici sezioni presentano lo studio, un contatto con il pubblico, i ritratti, la scultura e l’arredamento, i percorsi di ricerca e infine il “Raggio verde” che riunisce sei sezioni dove l’artista spiega il percorso di analisi interiore che porta alla realizzazione della sua opera.

Ilaria Minghetti
Pistoia -ARCHIVIO il Tirreno

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi il tuo commento, grazie.